04/11/2021

Tono su tono. Il primer e il mimetismo della luce

Condividi
Autore L&L Communication Team
Categoria Corporate ed eventi
Tempo di lettura

min

Alla ricerca della maggior integrazione possibile dei nostri apparecchi illuminanti con gli spazi architetturali, abbiamo sviluppato soluzioni come il trattamento con primer.

Perché il primer

Un apparecchio illuminante proposto in versione primer è adatto ad essere dipinto con la stessa pittura utilizzata per la parete d’appoggio o per il soffitto. Il risultato è una lampada mimetizzata con il contesto che lascia al centro della scena la luce come unica protagonista.

Dipingere il corpo dell’apparecchio LED come fosse parte dell’architettura stessa consente di ottenere il massimo dell’integrazione visiva specialmente quando non è possibile identificare il colore usato per la superficie muraria (grazie a un codice RAL, ad esempio). Lievi distonie cromatiche tra la finitura del prodotto illuminante e la tinteggiatura sono infatti percepibili anche a un occhio poco esperto: ciò può essere agevolmente superato con la versione primer. Rappresenta l’opzione ideale anche per replicare sulla lampada la texture che caratterizza una parete, ottenuta con tecniche come lo spatolato.

Qui sotto, una foto dell’installazione temporanea “Riflessioni Intono” al Fuorisalone 2019 che ha visto protagonista l’applique Intono, il nostro primo prodotto a presentare la versione primer come standard a catalogo.

Intono 1.1, 3000K, 13°, versione primer verniciata / Intono 2.2, 3000K, 11°+11°, versione primer verniciata

Intono 1.1, 3000K, 13°, versione primer verniciata / Intono 2.2, 3000K, 11°+11°, versione primer verniciata Scopri progetto e credits

Il nostro trattamento con primer è stato concepito e sviluppato per gli apparecchi illuminanti destinati agli ambienti esterni, proprio come l’applique Intono. Nella progettazione di una facciata che deve essere ritmata dalla luce di queste lampade a parete, la scelta di dipingere il corpo degli apparecchi con la vernice delle superfici murarie consente di farli rimanere sullo sfondo, anche in piena luce diurna.

Questa soluzione amplia inoltre le possibilità d’intervento creativo da parte del progettista. Immaginiamo una parete a righe: è possibile riprodurne il pattern anche sulla lampada in un effetto di continuità con il contesto.

Intono 3.1, 3000K, 10W, ottica asimmetrica

Intono 3.1, 3000K, 10W, ottica asimmetrica Scopri il prodotto 


Sul nostro catalogo, sul sito e sulla documentazione tecnica, 
il simbolo con il rullo identifica i prodotti L&L disponibili con verniciatura primer.


💡 📞 💡
Non trovi il primer tra le versioni standard di un prodotto? Richiedilo!

 

Il trucco c’è ma non si vede

Il primer si definisce come:

un rivestimento neutro e aggrappante che rende la superficie degli apparecchi adatta ad essere dipinta con la stessa pittura da muro utilizzata per la parete d’appoggio o il soffitto. 

Ecco come si presentano i prodotti in versione primer:

Intono C 3.3, primer

Intono C 3.3, primer Scopri il prodotto 

Berica 3.0, primer

Berica 3.0, primer Scopri il prodotto 

Le vernici utilizzabili sulle lampade trattate con primer sono quelle adatte all’utilizzo su superfici murarie, ossia:

🎨 Smalti poliuretanici bicomponenti

🎨 Vernici acriliche bicomponenti

Delle pellicole sono applicate sul vetro degli apparecchi illuminanti come protezione durante la tinteggiatura. Una volta asciugata la verniciatura finale, basterà rimuoverle manualmente. 

Intono, versione primer verniciata

Intono, versione primer verniciata Scopri il prodotto 

Il mimetismo negli interni

Proponiamo la versione primer anche su apparecchi destinati agli ambienti interni per l’illuminazione degli spazi residenziali e degli hotel. La lampada può mimetizzarsi agevolmente sulla superficie caratterizzata da campitura uniforme, da motivi decorativi o texture particolari. 

È il caso dell’applique Berica: nella foto sotto è stata dipinta con la vernice verde usata per la parte inferiore della parete. Un’alternativa altrettanto realizzabile con Berica in versione primer è ricoprirla con la carta da parati dove poggia, come nella seconda foto.

Berica 2.1, 3000K, 27W, 45°x96°, versione primer verniciata

Berica 2.1, 3000K, 27W, 45°x96°, versione primer verniciata

Berica 2.1, 3000K, 27W, 45°x96°, versione primer con carta da parati

Berica 2.1, 3000K, 27W, 45°x96°, versione primer con carta da parati

Restando nell’ambito degli spazi architetturali interni, nel retail e negli showroom le mode si susseguono in maniera veloce, il cambio degli arredi va di pari passo e, con loro, naturalmente le cromìe.

Per l’illuminazione può risultare utile e pratico scegliere un downlight con un frontale trattato con primer da dipingere come il soffitto. Quando la palette colori dell’arredamento viene rinnovata, e con questa la tonalità di colore del soffitto, è possibile sostituire il frontale dell’apparecchio LED con un altro in versione primer su cui sfogare una nuova creatività.

Abbiamo parlato del trattamento con primer, un materiale aggrappante che rende la lampada verniciabile con la stessa tinta utilizzata per la parete o per il soffitto e che permette la perfetta integrazione visiva dell’apparecchio illuminante nel suo contesto. La praticità di questa soluzione consente di concentrare l’attenzione solo sullo spazio architetturale reso vibrante dalla luce.

Ora la parola a te.

Hai personalizzato un tuo progetto utilizzando le nostre lampade con primer?

Raccontacelo!