Vicenza Light Fest

Il progetto ideato dallo studio Traverso-Vighy e allestito da Raggi di Luce, lavora su due livelli all’interno del contesto urbano. Da un lato valorizza gli assi del centro storico ponendo l’accento su elementi architettonici caratteristici della città, quali le logge palladiane della Basilica, la torre della cattedrale in piazza del Duomo e la facciata del tempio in piazza san Lorenzo.

Dall’altro lato si rivolge a luoghi generalmente poco vissuti e visibili, che verranno riscoperti grazie all’illuminazione, come i giardini di Palazzo Chiericati in piazza dell’Isola, o le siepi che affiorano dal fiume Bacchiglione nel tratto del Ponte Pusterla.

Il team tecnico di L&L Luce&Light ha lavorato a stretto contatto con lo studio Traverso-Vighy e Raggi di Luce per individuare soluzioni luminose su misura, scegliendo assieme i sistemi illuminanti idonei al tipo di applicazione e in alcuni casi modificando i propri prodotti per adattarli alle esigenze progettuali.

Di seguito, alcune installazioni con apparecchi realizzati appositamente per l’evento.
Nel loggiato della Basilica, 30 illuminatori sono stati montati su tubi di plexiglass da 1,5m, dando vita a degli steli luminosi con riflessi di rosso che dondolano dall’alto delle volte.
In piazza dell’Isola, oltre 8km di fibra ottica sono stati distribuiti su un’apposita struttura in modo da creare l’effetto di cinque colonne luminose sospese tra gli alberi del giardino antistante Palazzo Chiericati.
Per l’illuminazione della facciata di Palazzo Valmarana Braga di Corso Fogazzaro, è stata inserita una pellicola rossa all’interno dell’apparecchi posizionati alla base delle paraste; questi sono stati dotati di una staffa speciale per evitare di intaccare il palazzo storico palladiano durante l’installazione.

LocalitàVicenza
ApplicazioneLandscape
Light planningStudio Traverso-Vighy
PhotoSenigallia, Chemollo
Richiedi info
Condividi