Chiesa di Maria Santissima del Rosario

Le prime fonti storiche collocano la costruzione di questo edificio religioso nella prima metà del XVII secolo, parte del monastero di clausura di San Giuseppe a Fasano. Nel 2016 la facciata dell’edificio è stata oggetto di un restauro condotto dall’architetto Angela Sabatelli: nello specifico è stata effettuata una pulizia della superficie lapidea locale in tufo riportando la facciata all’originario colore chiaro tipico di questo materiale.

L’architetto Sabatelli ha curato anche l’intervento illuminotecnico scegliendo gli apparecchi da incasso della famiglia Bright e i proiettori da esterno Pivot.

Illuminano il portale d’ingresso due uplight Bright 1.0 (max 2W) con ottica 20° dotati di nido d’ape, accessorio scelto appositamente per proteggere dall’abbagliamento le persone che varcano la porta per accedere alla navata della chiesa.

Per la facciata è stata scelta la versione Bright 3.F con ottica 21°, luce bianca 3000K analoga agli altri Bright installati ma con potenza maggiore 10W, che spinge l’emissione luminosa fino all’architrave superiore della struttura valorizzando la superficie porosa della pietra chiara locale.

Completano l’illuminazione della chiesa i proiettori Pivot 1.7, ottica 34° posizionati sull’architrave sopra al portale d’ingresso. Gli apparecchi dalle dimensioni compatte e design minimale si integrano discretamente con la facciata lasciando come unica protagonista una luce che crea ombre e chiaroscuri, sottolineando i semplici elementi architettonici di questa chiesa di antica fondazione.

LocalitàSpeziale, Brindisi, Italia
ApplicazioneFacciate, Chiese
Projectarch. Angela Sabatelli
Light planningFOR.EL.
PhotoCosimo Rubino
Richiedi info
Condividi